Legatura degli anelli di una canna

Introduzione:

Di anelli per le canne da pesca ne esistono di varie tipologie e prezzi, i migliori sono quelli con telaio in titanio e anima in SiC, ma il prezzo è elevato e a volte non ne vale la pena, poi ci sono quelli più diffusi con telaio in acciaio e anima in SiC oppure i più economici ma comunque duraturi e resistenti anche sul trecciato con telaio in acciaio e anima in alconite, poi ne esistono anche di molto economici in pietra dura, ma il bassissimo costo dovrebbe far riflettere sulla resistenza e durata, senza considerare l'usura del filo ad ogni lancio e recupero effettuato.

Ora passiamo alla forma, vi sono quelli a doppio ponte per impieghi su canne ad innesti generiche (inglese, spinning, carp-fishing, ecc.) , poi troviamo quelli a ponte singolo lungo,medio o corto. Quelli con ponte lungo o medio vanno bene su canne da passata o da lancio generico telescopiche dove gli anelli sono all'inizio di ogni segmento di canna dalla quale occorre tenere il filo distante per evitare attrito, quelli a ponte corto invece, vanno bene per canne con molti anelli o per tecniche particolari dove non serve una scorrevolezza in fase di lancio, tipo pesca dalla barca, ecc.

 

Occorrente per la legatura degli anelli:

-nastro adesivo trasparente

-cutter (taglierino)

-filo da legature

-infila aghi, oppure va bene anche un'asola di filo da pesca dello 0.25 per chiudere la legatura

-vernice trasparente apposita per legature

Una volta recuperati gli anelli e preparate la canna da rilegare, la prima operazione da fare è quella di limare la punta del piede degli anelli in modo da renderla quasi affilata come un coltello, questa operazione serve per evitare di avere uno scomodo scalino in fase di legatura  vedi particolare nell'immagine a destra.

 

 

Una volta eseguita la modifica degli anelli procediamo al fissaggio sulla canna.

 

 

 

 

Prendiamo il più grosso, lo adagiamo al primo segmento della canna facendo sporgere quest'ultimo rispetto all'anello circa 7-8 mm. e lo fissiamo con del nastro adesivo, allo stesso tempo infiliamo sotto al nastro anche il filo per la legatura (1), eseguita questa operazione, tenendo il filo in tensione incominciamo ad avvolgerlo a spire strette sulla canna attorno al piede dell'anello, facendo ruotare su se stessa al canna con la mano (2-3), ATTENZIONE a non lasciare andare il filo o la canna, altrimenti si srotolerà e si allenterà la legatura. Bloccare sempre il filo con un dito come si vede nelle immagini sotto. Continuiamo ad avvolgere fin quando mancheranno pochi millimetri a coprire completamente il piede dell'anello , a questo punto infiliamo sotto al filo della legatura l'asola e completiamo avvolgendo le spire sopra ad essa fino a coprire il piede dell'anello (4-5-6-7-8-9) tagliamo il filo e lo infiliamo nell'asola, quindi tiriamo con decisione e il filo si bloccherà passando sotto alle spire della legatura, a questo punto tagliamo a filo l'eccedenza con il cutter  (vedi sequenza sotto), ora va solo verniciata per bloccare e consolidare il tutto.